fbpx

La fibra alimentare

È ormai noto che il consumo di alimenti ricchi di fibre offre all’organismo diversi benefici. Le fibre alimentari sono dei componenti della struttura dei prodotti di origine vegetale e classificate come carboidrati complessi che non vengono assorbiti dall’intestino ma che apportano numerosi benefici al nostro organismo.

La fibra alimentare si divide in:

  • FIBRA INSOLUBILE presente principalmente nella crusca dei cereali ed agisce prevalentemente nella regolazione delle funzioni gastrointestinali. Non è fermentabile nel colon, ha un effetto antistipsi, aumenta la velocità del transito intestinale ma non ha effetti diretti sulla colesterolemia e sull’utilizzo del glucosio.
  • FIBRA SOLUBILE presente in alcuni legumi, nella verdura e nei cereali quali orzo e avena, è in grado di assorbire acqua formando un composto gelatinoso che aumenta il volume e la viscosità del chimo con conseguente rallentamento dello svuotamento gastrointestinale. In questo modo regola l’assorbimento di alcuni nutrienti come grassi e zuccheri contribuendo al controllo del livello di glucosio, a ridurre il colesterolo e a generare quel senso di sazietà. Inoltre la fermentazione della fibra solubile nel colon porta alla formazione degli acidi grassi a catena corta (SCFA) tra i quali acido acetico, acido propionico e acido butirrico, che rappresentano un valido substrato di crescita per i batteri fisiologici della flora batterica intestinale, acquisendo una notevole funzione prebiotica

    betaglucani dell’avena e l’amido resistente sono fibre solubili.

Gli apporti consigliati di fibra alimentare per la popolazione adulta sono di almeno 25 grammi al giorno; di cui almeno 10 grammi dovrebbero essere rappresentati dalla fibra solubile (LARN). Resta comunque difficile aumentare gli apporti di fibra solubile poiché essa non è particolarmente abbondante nella gran parte degli alimenti di origine vegetale. Pertanto, una buona soluzione è rappresentata da alimenti funzionali arricchiti in fibra, come la pasta Fibregold ricca di fibre solubili come i Betaglucani dell’avena e l’amido resistente. La pasta Fibregold è un alimento ad alto contenuto di fibre solubili

Una porzione di 100g di pasta Fibregold apporta circa 17 g di fibra totale, di quest’ ultima circa 3g sono di Betaglucani

due scatoli di pasta Fibregold

È una pasta secca funzionale ottenuta da una miscela di semola di grano duro italiano di alta qualità, amido resistente e farina di avena ricca di Betaglucani

Il consumo regolare di 3g al giorno di Betaglucani dell’avena riducono il colesterolo nel sangue* Una porzione di pasta Fibregold da 100g fornisce 3g di Betaglucani

La sostituzione in un alimento di amido digeribile con amido resistente contribuisce in un pasto alla riduzione dell’aumento del glucosio ematico post-prandiale**

* Reg. (UE) N. 1160/2011
** Rett. Reg. (UE) n. 432/2012

Si consiglia di seguire un’alimentazione varia ed equilibrata,
associata ad uno stile di vita sano.