fbpx

Pasta Fibregold: la Pasta Buona Che Fa Bene

due formati di pasta fibregold

Chi lo ha detto che per stare bene e mantenere la linea è necessario rinunciare alla pasta?
L’importante è sapere che non tutti i tipi di pasta sono uguali e quindi è fondamentale scegliere il giusto tipo di pasta.

Cos’è la pasta Fibregold?

La pasta Fibregold è una pasta funzionale cioè un tipo di  pasta che oltre al potere nutritivo ha altre proprietà che contribuiscono a migliorare il benessere di chi l’assume. Si tratta di una pasta secca di semola di grano duro arricchita dall’aggiunta di amido resistente e farina di avena ricca di betaglucani. Per la produzione di pasta Fibregold viene utilizzato esclusivamente grano italiano, da agricoltura biologica, coltivato in un’azienda agricola che garantisce la totale assenza di glifosato, una sostanza nota per essere al centro di accesi dibattiti sull’ipotesi del suo effetto cancerogeno sull’organismo umano.

Ma cos’è l’amido resistente? e cosa sono i betaglucani?

L’amido resistente o RS (Resistant Starch) è un tipo di amido che, a differenza di quelli solitamente contenuti nei farinacei e nella pasta, è insolubile e si comporta allo stesso modo delle fibre alimentari. L’amido resistente, costituito completamente da amilosio (e non amilopectina), non è digeribile quindi non viene intaccato dagli enzimi digestivi né salivari né pancreatici. Una volta ingerito, l’amido resistente subisce una trasformazione grazie alla quale, insieme alle altre fibre, gelifica formando una massa viscosa che contribuisce a modulare l’assorbimento di zuccheri (rendendoli a lento rilascio, abbassando quindi l’indice glicemico) e grassi (colesterolo compreso). Inoltre nell’intestino crasso fermenta producendo acidi grassi a catena corta (soprattutto l’acido butirrico) che costituiscono una fonte di nutrimento per la flora batterica intestinale. In questo senso, l’amido resistente  svolge una funzione prebiotica. I carboidrati arricchiti con amido resistente, nel loro percorso attraverso il canale digerente, mimano l’azione delle fibre  perciò non fanno assorbire completamente gli zuccheri contenuti nel pasto riducendo l’innalzamento della glicemia post-prandiale; questo significa che la pasta Fibregold, a differenza delle altre tipologie di pasta, ha un basso indice glicemico.

Avere un basso indice glicemico per un alimento ha un duplice vantaggio, oltre ad evitare il picco glicemico post-prandiale di riflesso impedisce anche che si abbia il picco di secrezione di insulina. Avere nel corso della giornata vari picchi insulinemici è correlato fortemente al rischio di sovrappeso, obesità e sindrome metabolica; in particolare predispone all’accumulo di grasso a livello addominale (che rappresenta un fattore di rischio cardiovascolare). Quindi scegliere alimenti arricchiti con amido resistente contribuisce a mantenere il peso forma nonché il benessere cardio-vascolare.

I betaglucani appartengono alla famiglia delle fibre alimentari e in particolare alle fibre solubili. In ambito nutrizionale sono molti i benefici derivanti dall’aggiunta di betaglucani dell’avena alla dieta, in particolare riducono l’assorbimento del colesterolo e degli zuccheri contenuti negli alimenti quindi hanno un effetto ipolipemizzante e ipoglicemizzante (come l’amido resistente). Un altro beneficio estremamente utile nei regimi dietetici ipocalorici indicati in chi vuole mantenere la linea o rimettersi in forma è il forte potere saziante che hanno i betaglucani. Gli effetti sul senso di sazietà sono legati alla capacità che queste sostanze hanno di trattenere l’acqua e di rallentare lo svuotamento gastrico.

Quali sono le indicazioni per l’utilizzo di pasta Fibregold?

Pasta fibregold: la pasta che fa bene

Il consumo di pasta Fibregold è indicato per tutte le persone che ci tengono a salvaguardare la propria salute e il proprio benessere senza rinunciare al piacere della pasta, la regina della nostra dieta mediterranea.

La pasta Fibregold è infatti consigliata:

  • ai bambini che tendono a fare una dieta povera di frutta e verdura quindi hanno uno scarso apporto di fibre,
  • agli sportivi che vogliono sfruttare i benefici derivanti dal consumo di carboidrati a basso indice glicemico,
  • alle persone in sovrappeso che seguono un regime ipocalorico in cui il consumo di questa pasta funzionale aumenta notevolmente il senso di sazietà rendendo quindi più tollerabile il regime dietetico,
  • ai soggetti dislipidemici in particolare in quelli affetti da ipercolesterolemia,
  • ai diabetici, per via della modulazione del picco glicemico post-prandiale
  • a chi presenta qualsiasi dismicrobismo intestinale grazie all’effetto prebiotico.

Quali sono i benefici del consumo abituale di pasta Fibregold?

Dalla premessa fatta risulta chiaro che i maggiori benefici metabolici derivanti dal consumo abituale di pasta Fibregold riguardano il controllo dei valori ematici di colesterolo e glicemia.

Per quanto riguarda il colesterolo, l’apporto quotidiano di 3 gr di betaglucani dell’avena determina una riduzione della colesterolemia di circa il 10% in 3 mesi. 3 gr di betaglucani è il quantitativo che troviamo in una porzione da 100 gr di pasta Fibregold, quindi un bel piatto di pasta al giorno oltre che al buonumore fa bene anche al controllo dell’ipercolesterolemia!

Sempre per quel che concerne il profilo lipidico, l’apporto di betaglucani dell’avena determina anche un miglioramento del rapporto tra colesterolo HDL (colesterolo buono) e colesterolo LDL (colesterolo cattivo) a vantaggio di quello HDL che favorisce il benessere cardio-vascolare riducendo il rischio di eventi ischemici cerebrali e coronarici (ictus, infarti).

Ai fini del controllo glicemico i benefici del consumo quotidiano di pasta Fibregold riguardano il miglioramento del profilo glicemia/insulinemia. I soggetti diabetici possono finalmente riassaporare il piacere del consumo abituale di carboidrati senza sensi di colpa e senza che questo sia associato ad un picco glicemico importante. L’utilizzo di questo tipo di pasta, inoltre, non richiede neanche rimaneggiamenti terapeutici nei pazienti che necessitano del trattamento insulinico.

Cosa ne pensano i medici?

Il consumo regolare di pasta Fibregold è considerata dai medici un valido alleato contro le patologie metaboliche e cardio-vascolari. Ovviamente, per sfruttarne al massimo gli effetti benefici, l’utilizzo di pasta Fibregold va associato ad uno stile di vita sano che si configura in:

  • un’alimentazione varia ed equilibrata
  • un’attività fisica regolare e cioè almeno 3 sedute da 45 minuti di attività aerobica a settimana
  • l’astensione dal fumo
  • la limitazione nel consumo di alcol

>> Scopri i formati di Pasta Fibregold <<

Si consiglia di seguire un’alimentazione varia ed equilibrata,
associata ad uno stile di vita sano.

Share this post



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *