fbpx

cos'è la glicemia

Con il termine glicemia s’intende la concentrazione di glucosio nel sangue.
Il glucosio è fondamentale per l’organismo poiché è il nutriente essenziale per tutte le cellule, la principale fonte sono gli alimenti, ma, in misura minore, esso può anche essere sintetizzato ex novo a partire da protidi e lipidi all’interno dell’organismo stesso.
Il corpo umano possiede un sistema di regolazione intrinseco che consente di mantenere relativamente costante la glicemia durante l’arco della giornata, la regolazione avviene ad opera di specifici ormoni: l’insulina che abbassa la glicemia, e il glucagone che la innalza.

I livelli di glicemia possono essere influenzati da quasi tutto ciò che avviene nel nostro organismo. Oltre agli alimenti e soprattutto al loro contenuto in carboidrati o zuccheri anche altri fattori influiscono in modo variabile sui valori della glicemia nell’arco della giornata.

FATTORI CHE INFLUENZANO L’AUMENTO DELLA GLICEMIA

  • I carboidrati assunti in un pasto o fuori pasto aumentano la glicemia, in modo direttamente proporzionale alla quantità di zuccheri presenti.
  • Gli zuccheri semplici (come quello che si usa in cucina) aumenta rapidamente la glicemia perché è subito disponibile mentre gli zuccheri complessi (presenti nella pasta, nei cereali, nel pane etc) determinano un incremento glicemico più lento perché le catene di zuccheri devono essere scisse prima di poter essere utilizzate.
  • La vita sedentaria o la riduzione dell’ attività fisica abituale favoriscono un aumento della glicemia.
  • Lo stress ha un effetto che può essere variabile: nella maggior parte dei casi tende ad alzare il livello della glicemia, in quanto si riduce la sensibilità all’insulina ma in alcune persone può fare aumentare il rischio di ipoglicemia.
  • Inoltre diverse patologie tendono ad aumentare i livelli di zucchero nel sangue.

FATTORI CHE AIUTANO A RIDURRE LA GLICEMIA

  • Alimenti a basso indice glicemico
  • Un’alimentazione varia ed equilibrata, associata ad uno stile di vita sano.
  • Lo sport e una regolare attività fisica aiutano a ridurre la glicemia grazie a un utilizzo ottimale dell’insulina.
  • Se nel diabete di tipo 2 dopo un certo periodo in cui cambiamenti nelle abitudini di vita non fossero sufficienti a tenere sotto controllo la glicemia, si dovrà ricorrere ai farmaci ipoglicemizzanti orali, che come dice il nome stesso, aiutano ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue.
  • La terapia ipoglicemizzante (farmaci convenzionali) va sempre associata a uno stile di vita adeguato.
due scatoli di pasta Fibregold

È una pasta secca funzionale ottenuta da una miscela di semola di grano duro italiano di alta qualità, amido resistente e farina di avena ricca di Betaglucani

Il consumo regolare di 3g al giorno di Betaglucani dell’avena riducono il colesterolo nel sangue* Una porzione di pasta Fibregold da 100g fornisce 3g di Betaglucani

La sostituzione in un alimento di amido digeribile con amido resistente contribuisce in un pasto alla riduzione dell’aumento del glucosio ematico post-prandiale**

* Reg. (UE) N. 1160/2011
** Rett. Reg. (UE) n. 432/2012

Si consiglia di seguire un’alimentazione varia ed equilibrata,
associata ad uno stile di vita sano.